QUANTO COSTA UNA CERTIFICAZIONE ENERGETICA?

Innanzitutto vediamo quanto tempo occorre per fare una certificazione energetica
(per lo meno il metodo che utilizzo io).

  • Sopralluogo necessario ed obbligatorio per legge: 30 minuti/1 ora + tempi di spostamento
  • Ridisegno di quanto rilevato e si conteggiano tutte le superfici (delle superfici, dei vetri, ecc): 2 ore
  • Si contatta l'amministratore e il caldaista che dovranno inviare le informazioni necessarie: tempi variabili a seconda della disponibilità dei soggetti
  • Si prepara con il software distribuito dalla Regione Lombardia "Cened 2.0" la certificazione energetica: 6-10 ore
  • Si carica il file prodotto sul sito della regione, compilando alcuni campi e si paga la quota di registrazione (10€): 30 minuti
  • Si produce la copia cartacea per il cliente e il cd contenente tutti i dati relativi alla certificazione (come da normativa): 30 minuti

    In totale senza saltare alcun passaggio si impiegano: 10/15 ore

 

PERCHÈ I PREZZI DELLE CERTIFICAZIONI SONO COSI' DIVERSI?
e variano da 75€ a 150€ a 3-400€ a 5-600€?

Per un tipico appartamento un architetto di esperienza ci chiede 400-450€+iva, su internet per lo stesso appartamento visioniamo un preventivo di 300 euro (che è un prezzo mediamente economico e verosimile per redigere in modo corretto la certificazione energetica)...ma, se proseguiamo la ricerca su internet troviamo anche altre offerte...a 150, 100, ma anche a 75 euro! Come è possibile?

Facciamo 2 conti in tasca al professionista:

  • Dai 75 € togliamo il 22% di IVA: rimangono 58,5 €
  • Togliamo il 4% di contributo previdenziale: rimangono 56,16 €
  • Togliamo un 23% di tasse - scaglione più basso- abbiamo 43,24 €
  • Togliamo 10 euro per la registrazione dell'attestato (costo fisso obbligatorio): rimangono 33,34 €
  • Togliamo ancora circa 10 euro di spese per recarsi sul luogo a fare il sopralluogo e 1,00 Euro per stampare due copie a colori in ufficio (in copisteria 3€).

Senza calcolare che per essere certificatore si pagano 120€/anno, si deve essere iscritti all'ordine degli architetti 120€/anno, avere l'assicurazione e pagare almeno l'affitto dello studio!

Il professionista ha guadagnato 22,34 € netti e avendo lavorato teoricamente 10 ore, ha guadagnato 2,23€/ora...Quello che si può ipotizzare è che per tali certificazioni qualche passaggio sarà saltato, certamente per 75€ il certificatore non lavorerà le 10/15 ore necessarie che abbiamo visto prima.

Inoltre la responsabilità del tecnico per quanto prodotto dura per 10 anni (senza dimenticare che la registrazione è asseverata e quindi rilevante anche sul piano Penale)

 

Ipotizzando che a fronte di un bel risparmio, potreste anche passare sopra a questa concorrenza sleale in atto......ma un APE mal redatto comporta dei rischi?

Certificatore energetico: Se l’Attestato di Prestazione Energetica non è conforme alla normativa incorre in una sanzione da 500 a 2mila euro. Se la classe di efficienza energetica dichiarata risulta superiore a quella reale si aggiungono 10 euro per ogni mq di superficie riscaldata calpstabile fino a un massimo di 10mila euro. Il certificatore rischia anche 6 mesi di sospensione dall’albo, che diventano due anni in caso di reiterazione.

Proprietario: Con l'allegazione dell''APE il venditore indica e garantisce il consumo dell'edificio/appartamento al compratore/all’affittuario. Nel caso in cui, infatti, i consumi reali fossero sensibilmente diversi, il compratore o l’affittuario hanno la possibilità di rivalere il proprio legittimo diritto richiedendo un risarcimento.
Come ad esempio se per diversi motivi (contenziosi, ristrutturazioni, verifiche comunali) il compratore lamenti consumi eccessivi e faccia fare una nuova certificazione ad un tecnico dalla quale risulteranno prestazioni peggiori. (Una certificazione peggiorativa non comporta necessariamente il passaggio ad una classe inferiore, ma può semplicemente indicare un indice numerico di consumo peggiore!)
Ammesso tutto ciò, e ritenendo “rilevante” una maggiore dispersione termica rispetto alla prima APE, il Venditore/Locatore rischia seriamente una richiesta di risarcimento danni per vizio occulto da parte del Compratore/Affittuario in quanto è stata lesa l’aspettativa e il valore intrinseco. In poche parole, il prezzo dell’immobile era inferiore a quello pagato.
Al contrario se l'APE prodotta genera una classe inferiore a quella effettiva potreste mettere in vendita il vostro appartamento con una classe meno interessante e ricavarne un prezzo inferiore.
Per approfondire leggete questo articolo

In quest’ottica, è importante rivolgersi a tecnici seri e professionali che certifichino il vostro immobile nella maniera corretta al fine di garantire l’elaborazione quanto più precisa possibile.

 

SE NON ALLEGO LA CERTIFICAZIONE COSA SUCCEDE?

DECRETO LEGISLATIVO 21 novembre 2014 n. 175:

"«Art. 6 (Attestato di prestazione energetica, rilascio e affissione). - 1-2. (Omissis).

3. Nei contratti di compravendita immobiliare, negli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso e nei nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unita' immobiliari soggetti a registrazione e' inserita apposita clausola con la quale l'acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, in ordine alla attestazione della prestazione energetica degli edifici;copia dell'attestato di prestazione energetica deve essere altresi' allegata al contratto, tranne che nei casi di locazione di singole unita' immobiliari.

In caso di omessa dichiarazione o allegazione, se dovuta, le parti sono soggette al pagamento, in solido e in parti uguali, della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 3.000 a euro 18.000; la sanzione e' da euro 1.000 a euro 4.000 per i contratti di locazione di singole unita' immobiliari e, se la durata della locazione non eccede i tre anni, essa e' ridotta alla meta'.

Il pagamento della sanzione amministrativa non esenta comunque dall'obbligo di presentare al Ministero dello sviluppo economico la dichiarazione o la copia dell'attestato di prestazione energetica entro quarantacinque giorni."

 

*Essendo le normative in continua evoluzione, alcune informazioni contenute nella pagina potrebbero aver subito aggiornamento. Per informazioni aggiornate si rimanda alle normative vigenti

 Progettazione degli interni e ristrutturazioni | Silvia Lagori Architetto Milano
Studio Architettura degli Interni e Design

Pratiche comunali e catastali e certificazioni energetiche

Siamo un gruppo di giovani professionisti, specializzati in diversi settori e lavoriamo all'interno di una rete di professionisti di comprovata esperienza (ultra-trentennale), in cui ciascun tecnico porta le proprie conoscenze tecniche ad ausilio degli altri, allo scopo di garantire la miglior riuscita di un progetto

Lo studio di architettura e progettazione degli interni è a Milano e si occupa principalmente di Progettazione degli interni, ristrutturazioni e pratiche edilizie.
Partendo dall'idea progettuale del cliente, la sviluppiamo e la verifichiamo seguendo le normative e una volta delineato il progetto esecutivo, ottenuti i permessi comunali e selezionata insieme al cliente l'impresa, portiamo a compimento il progetto con la Direzione Lavori durante tutta la ristrutturazione.
Mettiamo a disposizione dei nostri clienti imprese e gli artigiani di fiducia, dei quali abbiamo già constatato l'ottimo operato.

Oltre alle ristrutturazioni a Milano (in Italia e all'estero) ci occupiamo anche di pratiche sia comunali che catastali, come cambi di destinazione d'uso, sanatorie per lavori realizzati senza permessi, volture per successione o compravendita e forniamo anche assistenza/consulenza nell'acquisto di una casa/appartamento, accompagnando i clienti nelle visite agli immobili e fornendo un parere tecnico sulle potenzialità dell'immobile e sullo stato

Lo studio di architettura si trova in centro a Milano, in via Niccolini 2

Contattateci senza impegno via Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.o telefonandoci

Free Joomla! templates by AgeThemes